Elezioni politiche del 4 marzo 2018

 Elezioni politiche del 4 marzo 2018, elezioni della Camera dei deputati e del Senato della Repubblica

Elettori temporaneamente residenti all’estero

L’art. 4-bis della legge 27 dicembre 2001, n. 459, come inserito dall’art. 2, comma 37, della legge 6 maggio 2015, n. 52, modificato da ultimo dall’articolo 6, comma 2, lett. a), della legge 3 novembre 2017, n. 165, prevede che l’opzione di voto per corrispondenza degli elettori temporaneamente all’estero pervenga direttamente al comune d’iscrizione nelle liste elettorali entro il 32° giorno antecedente la data di svolgimento della consultazione elettorale e, quindi, entro il 31 gennaio 2018.

L’opzione dovrà pervenire al comune per posta, per telefax, per posta elettronica anche non certificata, oppure potrà essere recapitata a mano anche da persona diversa dall’interessato.

Al fine di garantire la possibilità al voto dagli elettori temporaneamente residenti all’estero è stato predisposto l’apposito modello di opzione che potrebbe essere utilizzato dagli stessi elettori che intendono ivi esprimere il voto per corrispondenza. Tale modello - come di consueto in formato PDF editabile con alcuni campi resi obbligatori.

Chi può presentare la domanda:                                                                                                              

·       gli elettori temporaneamente residenti all’estero per motivi di lavoro, studio o cure mediche;

·      il personale di cui ai commi 5 e 6 dell’art. 4 bis della citata legge n. 459/01;

·       i familiari conviventi degli elettori di cui sopra.

Scarica Modello.....>