Referendum costituzionale 4 dicembre 2016

REFERENDUM COSTITUZIONALE - 04 DICEMBRE 2016


Il Consiglio dei ministri, su proposta del Presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha convenuto sulla data del 4 dicembre 2016 per l’indizione - con decreto del Presidente della Repubblica - del referendum popolare confermativo previsto dall’articolo 138 della Costituzione sulla legge costituzionale, “Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione”, approvata dal Parlamento e pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016.

Quando si vota

Si vota domenica 4 dicembre dalle 7 alle 23.

 

Per cosa si vota

Si vota per approvare o respingere il seguente quesito: «Approvate il testo della legge costituzionale concernente "Disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del CNEL e la revisione del titolo V della parte II della Costituzione" approvato dal Parlamento e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?»

 

Che cos'è il referendum costituzionale confermativo?

Con il referendum costituzionale confermativo, gli elettori decidono se confermare o meno una legge di riforma costituzionale già approvata dal Parlamento, ma senza che sia stata raggiunta la maggioranza qualificata dei due terzi. L'articolo 138, 2° comma, della Costituzione, che regola la revisione costituzionale, stabilisce, infatti, che le leggi costituzionali, qualora non siano approvate al secondo passaggio con una maggioranza dei due terzi dei componenti in ciascuna delle due Camere, "sono sottoposte a referendum popolare quando, entro tre mesi dalla loro pubblicazione, ne facciano domanda un quinto di una Camera o 500 mila elettori o cinque consigli regionali".

Nel referendum costituzionale confermativo si prescinde dal quorum, ossia si procede al conteggio dei voti validamente espressi, indipendentemente se abbia partecipato o meno alla consultazione la maggioranza degli aventi diritto, a differenza, pertanto, da quanto avviene nel referendum abrogativo.

Chi può votare

Possono votare tutti i cittadini italiani, maggiorenni alla data di domenica 4 dicembre 2016, iscritti alle liste elettorali del Comune.

 

Voto cittadini italiani residenti all'estero e iscritti all'AIRE

Gli elettori residenti all'estero AIRE possono votare nel paese straniero in cui si trovano esercitando il voto per corrispondenza oppure possono scegliere di rientrare e votare in Italia. Per votare all’estero l’elettore riceverà dall’ufficio consolare di riferimento il plico elettorale contenente: il certificato elettorale, la scheda elettorale e due buste, una affrancata e una bianca.

 

Voto per corrispondenza dei cittadini italiani temporaneamente all'estero

Gli elettori francofontesi che si trovino temporaneamente all'estero, alla data del referedum, per motivi di studio o di lavoro o per cure mediche di almeno tre mesi, nonché i familiari loro conviventi, possono esprimere il voto per corrispondenza nella circoscrizione estero. L'opzione di voto sarà valida solo per questa consultazione.
Gli interessati devono compilare l’apposito modulo di opzione e trasmetterlo, assieme alla copia del documento d'identità in corso di validità, all'ufficio elettorale del Comune, tramite posta cartacea, fax, posta elettronica o PEC entro i termini stabiliti dalla circolare prefettizia. In alternativa il modulo può essere consegnato a mano anche da persona diversa dall'interessato. È possibile revocare l’opzione già espressa, entro lo stesso termine.

 

Come si vota

Per votare l’elettore deve esibire la tessera elettorale e un documento di riconoscimento personale (carta d'identità o altro documento di identificazione munito di fotografia, rilasciato da una pubblica amministrazione). Nel caso la tessera elettorale non risulti più utilizzabile per l’esaurimento di tutti gli spazi relativi alla certificazione del voto occorre, prima di presentarsi a votare, richiedere una nuova tessera elettorale.

 

Per informazioni:

Comune di Francofonte (SR) - Ufficio Elettorale - Via C. Belfiore - tel 095940017

Fax: 0957842339

Posta elettronica ordinaria (PEO): elettoralefrancofonte@gmail.com, ufficio.elettorale@comune.francofonte.sr.it

Posta elettronica certificata (PEC): ufficio.elettorale@pec.comune.francofonte.sr.it




Documenti Allegati:
Voto elettori temporaneamente all'estero
Esercizio opzione degli elettori RESIDENTI all'estero per esercitare il diritto di voto in Italia     
Esercizio del voto domiciliare.- Avviso - Modello.-